Notizie dal mondo dilettantistico

D/H: Ecco il nuovo attaccante del Bisceglie

446

Con un comunicato sulla propria pagina Facebook:

Bisceglie, ecco Nino Morra per la prima linea

Classe 1998, attaccante versatile e di grande intelligenza tattica, ha esordito appena 17enne in C e poi ha proseguito il suo percorso in quarta serie tra le file di Picerno, Campobasso e Cerignola. Nelle ultime stagioni si è distinto proprio alle dipendenze di mister Rufini a San Severo ed a Manfredonia.

Una pedina offensiva duttile ed estremamente motivata a ben distinguersi in una piazza di prestigio come Bisceglie. Da oggi Cristofaro Morra, per tutti Nino, è un nuovo calciatore nerazzurro stellato. Classe 1998, originario di Cerignola, tornerà a calcare i campi della serie D dopo le due recenti esperienze in Eccellenza tra le file di San Severo e Manfredonia, entrambe alle dipendenze di mister Danilo Rufini.
Cresciuto nelle giovanili del Lecce e del Matera, compagine con cui ha esordito in prima squadra in serie C nel 2015/16 (nella medesima stagione è stato convocato anche in maglia azzurra nell’Under 18 di categoria del Ct Arrigoni), Morra ha successivamente maturato esperienze significative in serie D tra le file di Picerno, Campobasso e Giulianova, preludio alle parentesi – già accennate – di San Severo e Manfredonia. In riva al Golfo, lo scorso anno, ha siglato 6 reti contribuendo al secondo posto dei sipontini in regular season.

“Sono consapevole di quanto Bisceglie rappresenti una tappa importante del mio percorso agonistico – esordisce Morra – . Ho un ottimo rapporto con il tecnico Rufini, grazie al quale sono cresciuto sotto diversi punti di vista nell’ultimo biennio, e sono pronto a mettermi a disposizione sua e dei miei nuovi compagni. Torno in questa categoria e voglio dimostrare a me stesso ed agli altri di poterci stare con profitto. Lavorerò sodo per giocar bene e migliorare costantemente le mie prestazioni, a quel punto ritengo che i gol possano essere una naturale conseguenza. In ogni caso mi riconosco la capacità di adattamento a qualsiasi ruolo sul fronte d’attacco. Non sono un centravanti statico, al contrario mi piace creare spazi e farlo anche per gli altri. Pur essendo destro, uso molto anche il mancino. Ho una grande voglia e prometto ai tifosi nerazzurri massimo impegno”.