Notizie dal mondo dilettantistico

Incredibile rissa in Serie C Femminile (VIDEO)

1.649

. . .

 

Domenica 22 ottobre, nella quinta giornata del campionato di Serie C femminile laziale, l’attenzione si è concentrata sulla partita tra FB5 Team Rome e Coppa d’Oro Cerveteri, tenutasi presso il PalaLevante. La partita si è conclusa con un pareggio 2-2 ma ha purtroppo catturato l’attenzione a causa di una rissa in campo tra le due squadre, verificatasi alla fine dell’incontro e che è stata apparentemente innescata dall’estremo difensore delle ospiti, Emanuela Buono.

Secondo quanto riportato dal telecronista, sembrerebbe che la giocatrice Camilla Machella, appartenente alla squadra di casa, sia rimasta coinvolta nella zuffa e abbia subito una nuova frattura al naso, con conseguente perdita di sangue copiosa, risultante da un presunto pugno lanciato proprio dal portiere della Coppa d’Oro.

In risposta a queste affermazioni, Emanuela Buono, giocatrice della squadra di Cerveteri, ha preso la parola il giorno successivo alla partita, commentando l’incidente accaduto presso l’impianto sportivo di Via Francesco Compagna. Ha iniziato le sue dichiarazioni scusandosi con tutti per l’uso della violenza, sottolineando che si è pentita mentre era coinvolta nella rissa. Inoltre, ha contestato le affermazioni del telecronista Massimo Moretti, secondo il quale Machella avrebbe subito lesioni gravi e una significativa perdita di sangue. Buono ha specificato che nessuna delle due squadre ha subito ferite o perdita di sangue, sottolineando che dal video delle riprese emerge chiaramente che aveva afferrato la maglietta di Machella. Inoltre, ha menzionato il comportamento del loro allenatore, Maurizio Silvi, che, nonostante avesse bisogno di stampelle a causa di una precedente rottura del malleolo, è stato spinto durante la partita e ha preferito non commentare l’accaduto.

Le affermazioni di Emanuela Buono rappresentano un racconto contrastante rispetto a quanto dichiarato durante la diretta streaming dell’evento sportivo. Buono ha espresso il suo disappunto nei confronti del telecronista Massimo Moretti, sottolineando la necessità di ponderare attentamente prima di fare affermazioni, poiché non si dovrebbe diffamare né lei né la società Coppa d’Oro, presentando accuse di pugni, perdite di sangue e fratture al naso. Ha precisato che non corrisponde assolutamente al vero quanto è stato riportato. Ha inoltre ribadito la sua responsabilità per la violenza mostrata, riconoscendo che la violenza non dovrebbe mai essere usata. Ha enfatizzato che l’incidente è stato notevolmente esagerato e che non c’è stata alcuna frattura del naso. Buono ha inoltre rivelato che la sua reazione eccessiva è stata scatenata dal comportamento del secondo portiere dell’Fb5, che aveva esultato verso la panchina della Coppa d’Oro con gesti poco educati, tra cui l’atto di toccarsi le parti intime. Questo comportamento l’aveva irritata, ma ha ammesso che non avrebbe dovuto reagire in quel modo. Ha anche menzionato le problematiche relative all’arbitraggio, affermando che, nonostante i suoi trent’anni di esperienza nel calcio, rimane sorpresa dalle decisioni arbitrali, soprattutto nel calcio femminile.