Notizie dal mondo dilettantistico

Serie C: Clamoroso alla Turris, salta la cessione del club

1.262

Come riporta il sito tuttoturris.com, dopo l’annuncio nella serata di lunedì della cessione delle quote di maggioranza della Turris all’imprenditore campano Francesco Guardascione. Quest’ultimo si è diretto martedì mattina allo stadio Amerigo Liguori, presentandosi alla squadra come il nuovo proprietario del club corallino, ma la situazione ha subito un’evoluzione imprevista qualche attimo più tardi, quando è sopraggiunto il patron uscente Antonio Colantonio, accompagnato dalle Forze dell’Ordine, per denunciare delle irregolarità nei pagamenti che avrebbero dovuto sancire ufficialmente il trasferimento delle quote.

Nello specifico, l’imprenditore torrese considera nullo l’accordo preliminare sottoscritto nella serata di ieri con Guardascione (nel frattempo dileguatosi dal Liguori), dato che nelle casse del club corallino non sarebbe pervenuto il primo bonifico di 350 mila euro disposto il 26 gennaio dal presunto acquirente (data di emissione) e che quest’oggi sarebbe dovuto essere già accreditato sul conto corrente della Turris (data valuta).

Nel frattempo, all’Amerigo Liguori sono accorsi vari tifosi, colti da stupore ed imbarazzo per le voci susseguitesi nelle ultime frenetiche ore, ai quali il presidente Colantonio, visibilmente provato, ha provato a spiegare l’accaduto dicendo di “essere stato vittima di una truffa da parte dei potenziali acquirenti e di aver agito in buona fede di fronte alla possibilità di un futuro migliore per la Turris”, assicurando comunque continuità di gestione e impegno per salvare la squadra dopo la fumata nera per il passaggio di consegne.

Ma la telenovela non è finita qui, dato che sull’altro versante Guardascione continua ad asserire ai media di essere il nuovo socio di maggioranza della Turris e di aver regolarmente disposto i bonifici concordati con Colantonio in tranche diverse.

Probabile, dunque, che si dovrà agire anche per vie legali per mettere luce e fine ad una delle pagine più tristi e grottesche della recente storia della Turris, che sul campo dovrà cercare di ottenere la permanenza in serie C, a cominciare dalla prossima trasferta di Picerno e ancora sotto la gestione Colantonio.